Archivio per maggio 2010

L’UOMO PUO’ CREARE LA VITA?

E’ di oggi la notizia che Craig Venter, uno scienziato americano ha pubblicato su Science, la rivista scientifica più autorevole, i suoi studi che hanno portato alla creazione di una molecola batterica interamente sintetica, DNA compreso.
Insomma siamo di fronte ad un passo gigantesco per l’intera umanità.
Il Presidente Obama, che era stato informato in anticipo da Craig Venter con una relazione dettagliata, ha immediatamente incaricato la Commissione sulla Bioetica di studiarne tutte le possibili applicazioni, visto che apre scenari decisamente nuovi in campo medico, ma anche le implicazioni morali. La Chiesa ha infatti precisato che quello che è stato creato “è un buon motore ma non è la vita
Insomma: prima, grazie anche all’applicazione dei sistemi informatici alla medicina, abbiamo scoperto come decodificare il genoma umano, mappandone il DNA e adesso siamo riusciti a costruirne uno sintetico.
L’umanità ha fatto uno straordinario passo in avanti,

Annunci

, , , ,

Lascia un commento

L’elenco

Questo è l’articolo di La Repubblica in cui viene pubblicato il “libro mastro” di Anemone, che conterrebbe poco meno di 500 nomi (412 secondo alcune indiscrezioni). Nel novero ci sarebbero anche nomi altisonanti della sicurezza nazionale. Sono ora in corso verifiche per accertare se i beneficiari dei lavori di Anemone ne hanno goduto per fini istituzionali o con finalità private. Non è soprattutto chiaro se e quali lavori siano stati regolarmente pagati o e se sono il frutto di regalie.
Come dice lo stesso articolo “È un elenco che raccoglie tutti gli interventi edili (di ristrutturazione e ricostruzione) affrontati da Diego Anemone negli uffici pubblici e appartamenti privati della nomenklatura nazionale. Palazzo Chigi, la residenza privata di Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli, le abitazioni degli ex ministri Pietro Lunardi e Claudio Scajola, prime e seconde case, in città e in montagna. Le dimore di Guido Bertolaso (si scopre che a Roma sono due: in via Bellotti Bon e in via Giulia) e i suoi uffici della Protezione Civile.
E ancora capi di gabinetto, capi di dipartimento nei ministeri, capi di uffici legislativi, della Protezione civile e del ministero della Giustizia, dirigenti Rai, generali della Guardia di Finanza e dei Carabinieri, agenti dei servizi segreti. Una lista dettagliata dei lavori al Viminale, ai ministeri dell’Economia e delle Infrastrutture, nella sede di Forza Italia e negli alloggi privati di segretarie di ministri (è il caso di Fabiana Santini assistente del Ministro Scajola, oggi assessore regionale nel Lazio)”.

Si ha la forte impressione che si sia solo all’inizio di questa vicenda che coinvolge, tra i beneficiari, anche moglie, segretarie ed amici di coloro che amministrano la cosa pubblica.

, , , , ,

1 Commento

irritazione

dal blog di Mauro Biani

, ,

Lascia un commento

LA CRICCA

Possono raccontarci tutto quello che vogliono, ma la verità è davanti agli occhi di tutti.
Nei primi mesi del 2010 si è verificato un preoccupante aumento esponenziale dei casi di presunta o accertata illegalità e di corruzione in maniera specifica. Provate a contare il numero di politici e di amministratori sui quali sono stati aperti procedimenti su fatti di malcostume, truffe ed arricchimenti illeciti a danno dello Stato e quindi della comunità, di noi tutti. Un altro Ministro (il chè porta a cinque il numero dei Ministri indagati – Berlusconi, Fitto, Matteoli e Bertolaso per vicende di profitto ed evasione fiscale ed il Sottosegretario Cosentino per associazione mafiosa) è stato costretto alle dimissioni, dopo essersi rifiutato di dare spiegazioni sull’accertato pagamento di oltre €900 milioni sottoforma di “contributo casa” da parte di un “fornitore”, e fornendo oltretutto spiegazioni a cui solo un’idiota può credere.
Bertolaso invece si difende a spada tratta, ma i fatti che continuano da emergere dall’inchiesta scandalo sui grandi appalti tenderebbero ad inchiodarlo sempre più, accreditandolo o come manager disattento o come consapevole leader di una struttura che era il collettore di un sistema di raccolta nel settore degli appalti. Il nodo sembra infatti essere che la Protezione Civile era stata la soluzione trovata per aggirare le gare nell’assegnazione della realizzazione delle grandi opere in maniera diretta, ad imprenditori con pochi scrupoli e molti soldi.
Secondo le indagini, l’on.Cosentino avrebbe operato assieme al Clan dei Casalesi prima e dopo il suo incarico a Sottosegratario…
… e su Berlusconi…
… e poi una pletora di Assessori, Sindaci ed amministratori locali pescati con le mani nel sacco.
La crescente, preoccupante, indegna corruzione che ci circonda, è il problema centrale della nostra Italia. La finta indignazione di quando le cose vengono a galla è indice di una classe dirigente che opera nella cosa pubblica per profitto personale e non per la comunità… e questo è inaccettabile. Fa bene Berlusconi a dire che chi ha sbagliato pagherà. Lui per primo.

, , , , ,

1 Commento

UNA STRANA CONCEZIONE DI DEMOCRAZIA

Caro Ministro Bondi,

la sua scelta di non andare a Cannes non credo sarebbe diventata un argomento di discussione se non fosse stata motivata dalla presenza in concorso di Draquila, il film di Sabina Guzzanti. Il suo “gran rifiuto” è invece passato alla cronaca politica come un ulteriore esempio di intransigenza verso il dissenso, in perfetta linea con i passati tentativi di censura più o meno espliciti e più o meno riusciti nei confronti di chiunque dimostrasse di non accettare un appiattimento sulla linea del governo: tette, culi ed arroganza. Guai a parlar di mafia, camorra o simili, peggio ancora svelare intrighi o malaffare perchè non fa buona pubblicità: un atteggiamento da Minculpop, una strana concezione di democrazia che ha fatto chiedere al rappresentante di Sarkozy (!)  perchè il PDL si chiami Popolo “della Libertà“.

Da dissidente, mi rallegro delle sue scelte da regime perchè mi confermano la giustezza della causa a lei avversa, da italiano me ne rammarico per l’imbarazzo che porta, ancora una volta, alle nostre istituzioni nel mondo e da comunicatore mi rendo conto dell’incommensurabile vantaggio che porta alla campagna promozionale del film. Credo che la sua scelta sia un esempio della qualità della classe politica che ci governa.

, , , ,

Lascia un commento

L’ITALIA OGGI

dal blog di Mauro Biani

Lascia un commento

Proposte concrete

Tra le pagine di Nuda Verità ho aperto la sezione “Proposte” per tentare di mettere assieme una bozza di programma di innovazione da condividere, espandere, migliorare insieme a chi vorrà contribuire.

Io, come credo molti altri, sento la necessità di impegnarmi per cercare di fare qualcosa di concreto, mettendoci la professionalità e l’esperienza acquisita nel tempo e tentando di aggregare chiunque fosse sinceramente interessato a fare altrettanto, sulla base di un unico principio: portare dalla società civile un contributo concreto per migliorare la società in cui viviamo, facendo funzionare il sistema e cercando di costruire un futuro migliore.

Chi vuole dare una mano è benvenuto.

,

4 commenti

IL PD ALZA I TONI?

Dalema inaugura una nuova stagione del PD o ha semplicemente perso le staffe di fronte all’ennesima provocazione portata dai guastatori de Il Giornale, di Vittorio Feltri e Paolo Berlusconi?

Dalema non è un politico di primo pelo, dovrebbe aver imparato a trattare con i provocatori di professione, anche in ambiti di maggior peso specifico rispetto alla trasmissione televisiva e con interlocutori di spessore diverso rispetto al buon Sallusti. Eppure…

Noto tuttavia una coincidenza con la reazione di Bersani in un’altra trasmissione televisiva, Annozero, di fronte all’ironia velenosa di Travaglio:

Gli episodi forse non sono collegabili, ma non si può non vedere che anche se non ci sono gli insulti, i toni usati da Bersani sono decisamente più duri di quelli a cui eravamo abituati. Forse è una mia inconscia speranza che il cambiamento sia dettato da una strategia di comunicazione, dettata dalla necessità di reagire alla perdita di “radicamento” del PD con il popolo che non si identifica con Berlusconi. Alzare i toni in televisione per reagire alla marginalizzazione può essere una scelta interessante nella strategia comunicativa, anche in considerazione del fallimento ottenuto fino ad oggi da quelle precedenti.

Time will tell…

, , , , ,

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: