Archivio per 23 ottobre 2010

Vale anche per me…

Annunci

,

Lascia un commento

Berlusconi rinuncia al Lodo Alfano

Il Lodo Alfano reatroattivo “(…) non è stata una mia iniziativa, ma una proposta del mio partito” ha dichiarato Silvio Berlusconi al Frankfurter Allgemeine Zeitung, uno dei più importanti quotidiani tedeschi che gli chiedeva un commento sulle dichiarazioni del Presidente Napolitano che ieri aveva pubblicamente espresso dubbi sulla costituzionalità della norma applicata alla più alta carica dello Stato. “Io non sono più interessato a portarla avanti. Non voglio che si dica che faccio leggi ad personam, leggi vergogna.” ha avuto il coraggio di aggiungere.

La verità è che il lodo è una legge costituzionale e come tale ha bisogno di quattro letture, due della Camera e due del Senato. Inoltre, se non approvato con una maggioranza dei due terzi, può essere sottoposto a referendum confermativo: un tipo di referendum che non ha bisogno di quorum e soprattutto se Napolitano la boccia, la cosa rischierebbe di trascinarsi troppo in avanti dovendo ripetersi l’intero percorso (oltre alla figuraccia globale, che in tempo di elezioni è rischiosa).

C’è anche da dire che il probabile veto di Napolitano sull’applicazione del Lodo Alfano al Presidente della Repubblica aveva già scoperto la schiena del nostro Premier, che proprio a quella carica mira, avendo capito che la sua storia di premierato volge al termine, sia per limiti di età che di voti.

Si apre adesso una nuova stagione, in cui la difesa dai capi d’accusa dovrà per forza di cose essere tornare al centro dell’attenzione per Silvio Berlusconi che già assicura al giornale tedesco che tutte le accuse contro di lui sono assolutamente infondate e strumentali: “Ho giurato sui miei cinque figli e sui miei nipoti che non sono responsabile di nessuno dei fatti che mi vengono attribuiti”.

Vediamo un po’ se è vero anche in questo caso il vecchio adagio che dice che tutti i nodi tornano al pettine…

, , ,

1 Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: