Le miserie di un re malato

Io sono una persona giocosa, piena di vita. Amo la vita, amo le donne e non cambio il mio stile di vita”. In pochi tratti Silvio Berlusconi si descrive al plotone di giornalisti che dopo il consiglio europeo lo aspetta anche per sapere dell’inchiesta su Ruby. Ovviamente la dichiarazione fa il giro del mondo, alimentando lo psicografico machista dell’uomo italiano. In questa frase si racchiude però molto di più: non c’è solo il tentativo di far leva sull’istinto maschile per giustificare le continue rivelazioni a sfondo sessuale che colpiscono Silvio Berlusconi, dalle escort a Papi, alle orge con minorenni del Bunga Bunga di adesso, passando attraverso lo sdegnato divorzio dalla moglie, ma anche il delirio di onnipotenza di un uomo che si crede al di sopra di leggi, regole morali ed in fondo anche del giudizio stesso della gente, che giustifica i propri vizi come se fosse normale che il capo di un governo violasse la legge per assecondare le proprie voglie.

E’ malato come scrive Famiglia Cristiana? A sostegno di questa tesi si ricorda l’avvertimento della sua ex-moglie, Veronica Lario, che per prima avvertì delle manie del marito ultrasettantenne, piantandolo in asso perchè andava con le minorenni. Tuttavia credo che la vera malattia del Premier non siano le sue abitudini sessuali, ma il delirio di onnipotenza che lo pervade, portandolo a comportamenti simili a quelli di un monarca assoluto, che riveste incarichi per volere di Dio e per questo intoccabile, non criticabile ed al di sopra delle leggi dei comuni mortali: figuriamoci che peso possa avere l’ennesimo scandalo a sfondo erotico, un innocente orgia anal in compagnia del Fido (nel senso di fedele) Fede e di truffatori e ricattatori vari…

Stupisce come non venga “contestualizzato” il tutto da parte del Vaticano, a meno che Famiglia Cristiana, ancora sotto gli effetti brutalizzanti del “trattamento Boffo”, non abbia voluto unirsi a quella schiera di comunisti che, dalla stampa ai magistrati, vuole delegittimare il Premier mettendo a nudo (è il caso di dirlo), la malattia psichiatrica di cui apparentemente soffre, perseguitandolo facendo sapere all’opinione pubblica le innumerevoli violazioni che compie, dalla truffa all’evasione fiscale, dalla collusione con associazioni mafiose, dalla corruzione allo sfruttamento della prostituzione.

L’Italia attonita e sulla soglia del collasso, assiste schifata, in attesa di un ricovero urgente o di una presa della Bastiglia.

P.S. – non trovate ironico che il nome della ragazzina sia Ruby? Solo un’associazione di idee… scusate.

Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: