Emorragia e cancrena di un Paese

il vero malato è il Popolo della Libertà che continua ad avere un’emorragia di rappresentanti alla Camera. Mentre il Cavaliere affonda anche nelle parole del Papa che dice che “la spazzatura non è solo nelle strade, ma anche nelle coscienze”, comincia ad essere cospicuo il numero delle defezioni di deputati del PDL che chiedono asilo politico da Fini impauriti dagli schizzi di fango che la caduta di Berlusconi può provocare. Stando alla cronaca di oggi che ha registrato l’adesione a Futuro e Libertà di altri due deputati, la compagine di Fini conta 37 parlamentari alla Camera dei Deputati; non esattamente i quattro gatti che diceva Berlusconi e la sua dirigenza di partito.

Anche se è ancora prematuro, ci sono segnali importanti della crisi, perchè non è un buon presagio quando i soldati lasciano il campo di battaglia e peggio ancora quando si schierano con il nemico. D’altronde quando anche il fido Belpietro comincia a scrivere su Libero che diventa difficile aiutare Berlusconi se non comincia ad aiutarsi da solo e Lupi si arrampica sugli specchi davanti al pubblico in televisione come ieri a Ballarò, invocando la carità cristiana per una bisognosa minorenne che invece tutta l’Italia sta spiando tra foto e video porno, allora si capisce come la situazione sia grave in casa del PDL.

Dalema, il Presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica (COPASIR), motiva la richiesta di convocazione del Premier, dicendo che il Comitato che presiede i servizi di sicurezza (leggasi servizi segreti) ed “in primis” la sicurezza del Presidente del Consiglio, vuole spiegazioni sullo stile di vita del Premier proprio per poterne garantire la sicurezza, gettando nello scompiglio i consiglieri di minoranza Cicchitto, Esposito e Quagliariello.

Nel frattempo il mondo intero continua a ridere e se non fosse anche per il disgusto di dover assistere a questo periodo degno della peggior decadenza da basso impero, mi augurerei che Fini si decidesse a staccare la famosa spina per evitare a tutti gli italiani gli sberleffi internazionali. Se ne è accorto anche Bossi che ha avuto il coraggio di dichiarare che questa vicenda non fa bene all’immagine dell’Italia, anche se le cronache non riportano se lo abbia detto sogghignando per il sottile piacere di solito lo pervade quando riesce a sputtanare il nostro Paese.

Invece credo che a molti convenga (a Fini per primo) far crogiolare Berlusconi sulla brace, impinguando la propria compagine con i transfughi, i colonnelli ed anche i caporali che abbandonano la nave che affonda, per poter accrescere la propria influenza in un futuro governo tecnico o alle elezioni se proprio ci si dovesse arrivare… E chissenefrega del Paese, devastato, abbandonato alla cancrena.

Annunci

, , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: