Archivio per 2 dicembre 2010

Un campo di concentramento per i Rom

Vittorio Aliprandi, già parlamentare della Lega Nord nel 1994 (verrà successivamente espulso), eletto consigliere comunale a Padova nella civica di Marco Marin alle ultime amministrative del 2009 (civica che politicamente lascerà subito dopo il ballottaggio) e attualmente vicino al Pdl, ipotizza campi di concentramento per i Rom, in una discussione nata attorno all’approvazione in consiglio comunale di una mozione sull’integrazione dei nomadi (soprattutto quelli in età scolare), che poi è proseguita sulle pagine di Facebook. Nei suoi post Aliprandi va giù durissimo. E anche sulla possibilità di integrare i piccoli nomadi, il consigliere comunale di centrodestra sembra avere pochi dubbi e nel rispondere ad una partecipante alla discussione scrive ancora: “Io non ho mai conosciuto dei rom che volessero integrarsi, se lo fanno è per fregarti i bambini. Bisogna toglierli alle famiglie appena nati se li vuoi cambiare, forse”.

Di fronte a notizie simili resto basito e sento salire una rabbia profonda. Ripeto quanto già scritto nella sezione proposte politiche: bisogna riconoscere legalmente il reato di razzismo per punire duramente gente come questo Aliprandi che non solo non è degno di essere un esponente politico, ma merita il disprezzo più profondo come essere umano.

, , , ,

1 Commento

Gli affari tra Putin e Berlusconi

Cosa spinge Silvio Berlusconi a dichiarare che lui fa solo “gli interessi dell’Italia”, dopo le nuove rivelazioni di Wikileaks che pubblica una serie di commenti dell’ex Ambasciatore USA a Roma, Ronald Spogli, sull’amicizia tra il nostro Primo Ministro e Putin? Forse ha sentito la necessità di sottolineare la sua integerrima condotta sull’onda del sospetto attivismo “diretto ad approfittare personalmente e a mani basse dei molti accordi sull’energia tra la Russia e l’Italia. L’ambasciatore della Georgia a Roma – scrive Spogli – ci ha detto che il governo georgiano ritiene che Putin ha promesso a Berlusconi una percentuale di profitto da ogni gasdotto sviluppato dall’Eni insieme a Gazprom”.

“Gli Stati uniti hanno chiarissimo che non ho assolutamente nessun interesse con nessun altro paese, che non ci sono assolutamente interessi personali, ma che io curo soltanto l’interesse degli italiani e del mio Paese”, ha dichiarato Silvio Berlusconi a margine del vertice dell’OSCE e Frattini ha sottolineato come “quello che conta sono le dichiarazioni pubbliche del segretario di stato Usa, Hillary Clinton, sull’importanza del lavoro italiano per riportare la Russia in direzione della Nato e per l’effetto di stabilizzazione che l’Italia ha giocato a favore della soluzione della situazione georgiana durante la grande crisi dell’agosto del 2008″. Invece, credo sia importante ottenere ulteriori chiarimenti da parte del Premier, perchè questa sua amicizia con Putin (e con Gheddafi aggiungerei) è particolarmente sospetta, proprio perchè ci sono in ballo grandi affari e “Berlusconi e i suoi compari stanno traendo lauti vantaggi personali da molti degli accordi energetici tra Italia e Russia”, ma anche perchè “Berlusconi considera Putin un amico personale e continua ad avere con lui piu’ contatti che con qualsiasi altro leader mondiale”, come ha scritto Spogli e “le basi di questa amicizia sono difficili da determinare. Berlusconi ammira lo stile macho, deciso ed autoritario di governo di Putin, che per Berlusconi e’ simile al suo stile. Putin ha dedicato molta energia nel conquistare la fiducia di Berlusconi e  durante i frequenti incontri tra i due vengono scambiati regali costosi”.

Forse ha ragione Frattini a dirci quello che è importante e quello che non lo è, ma ci piacerebbe saperne di più lo stesso!

, , , , ,

Lascia un commento

La NASA scopre vita aliena sulla Terra

Non è uno scherzo, ne una visione fantascientifica: la NASA ha infatti annunciato una conferenza stampa per stasera in cui saranno dati i dettagli di “una scoperta in astrobiologia (la scienza che studia l’origine, l’evoluzione, la distribuzione ed il futuro della vita nell’universo)” che potrebbe dimostrare l’esistenza di un’altra forma di vita, anche sulla Terra. La scoperta potrebbe provare la teoria che esistono creature-ombra in parallelo agli esseri umani e in ambienti finora ritenuti inabitabili, vale a dire che esiste una forma di “vita come non la conosciamo”.

Le ipotesi già impazzano nella rete, tanto da aver scatenato una vera e propria frenesia mediatiaca prontamente ribatezzata “Astronomy Hysteria”. Sia come sia, la comunità scientifica è divisa tra scettici e convinti sostenitori che sì, la presenza di altre forme di vita intelligente accanto alla nostra è un dato che aspetta solo di trovare conferma. La scoperta dovrebbe riguardare un microbo che riesce a vivere in un ambiente finora ritenuto letale per qualsiasi forma di vita. Il batterio è stato trovato in fondo al Mono Lake, nel Parco Nazionale di Yosemite, in California, una lago ricco di arsenico. La creatura usa infatti l’arsenico per sopravvivere e questa capacità, secondo l’agenzia spaziale americana, aumenta la prospettiva che una forma di vita simile possa esistere su altri pianeti che non hanno la nostra atmosfera: “Se questi organismi utilizzano l’arsenico nel loro metabolismo, ciò dimostra che ci sono altre forme di vita rispetto a quelle che conosciamo. Sono alieni, ma alieni che condividono lo stesso nostro ambiente”.

, ,

2 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: