Padova razzista

Ancora un esempio di orrido razzismo da parte di esponenti leghisti. La dodicesima edizione della Maratona di Sant’Antonio che ogni anno spinge migliaia di atleti a correre lungo il percorso del Santo fino in Prato della Valle a Padova, si svolgerà il 17 aprile 2011 a Padova e, come è accaduto in passato, saranno gli atleti stranieri i grandi favoriti. Il 25 aprile 2010, sul gradino più alto del podio, è salito, tra gli uomini, Gilbert Chepkwoni, mentre tra le donne si è imposta Rael Kiyara, entrambi keniani. Un predominio del “continente nero” che non va giù al Carroccio. Meglio allora, come ha sostenuto ieri sera in consiglio provinciale l’esponente leghista Pietro Giovannoni, che gli enti locali non continuino a finanziare una manifestazione alla quale in maggioranza partecipano “atleti africani o comunque extracomunitari in mutande”. Giovannoni non è nuovo a provocazioni e battute. In occasione della discussione della mozione contro l’omofobia parlò di “culattoni e lesbiche”, giustificandosi poi per l’uso del termine ingiurioso con il fatto che “in Veneto si dice così”.

Sicuramente il Governatore Zaia, che insiste a dire che la Lega non è razzista, spiegherà cosa voleva dire questo ignobile personaggio che opera nel consiglio di Padova assieme al suo ignobile collega Aliprandi di cui abbiamo riferito ieri…  Padova: ricordati della tua storia, della tua cultura e liberati da questa gente!

Annunci

, ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: