Lula da l’esempio

Inacio Lula, il Presidente del Brasile, ha dichiarato pubblicamente al sua solidarietà a Julian Assange attraverso il blog della Presidenza della Repubblica (straordinario esempio è anche il fatto che esista un blog di un’istituzione così alta…). Il testo è ovviamente in portoghese, ma ne riporto uno stralcio tradotto:

Il presidente Lula ha dichiarato oggi la sua solidarietá al fondatore di Wikileaks, Julian Assange, arrestato questa settimana […] ed ha criticato la stampa brasiliana per non aver difeso l’attivista australiano e la libertá d’espressione. “Il ragazzo [Assange, ndt] è stato arrestato eppure non vedo nessuna protesta contro la restrizione della libertá di parola” ha detto Lula, prima di esprimere la sua protesta in questi termini:

“Ehi, Stuckert [Ricardo Stuckert, fotografo ufficiale della Presidenza], allora fai cosí, la prima protesta contro la restrizione alla libera espressione, allora, mettila sul blog della Presidenza a nome mio, perché il ragazzo [sempre Assange, ndt] sta solo divulgando cose che ha letto. E se l’ha letto è perché qualcuno l’ha scritto, e allora il colpevole non è chi l’ha divulgato, ma chi l’ha scritto. Quindi, invece di accusare che divulga, accusate chi ha scritto quelle fesserie, perché se non le avessero scritte non avremmo nessuno scandalo. Quindi, a Wikileaks va la mia solidarietá per la divulgazione dei testi e la mia protesta contro la restrizione alla libertá d’espressione.”

Annunci

, , , , ,

  1. #1 di mauroD il dicembre 12, 2010 - 3:28 pm

    ha sempre avuto un occhio di riguardo per i terroristi, prima battisti ed il presidente iraniano, ora alquaeda che sfrutterà i consigli di assange

    • #2 di marcofer7 il dicembre 12, 2010 - 4:31 pm

      I consigli di Assange? Scusa, ma di cosa parli? Casomai i consigli della diplomazia USA, perchè non mi risulta ci siano “consigli” scritti da Assange. ma anche qui non capisco a cosa ti riferisci quando parli a notizie diffuse da Wikileaks che possono favorire Alqaeda… Piuttosto mi pare ovvio che tu bbia una posizione retorica e preconcetta…

  2. #3 di mauroD il dicembre 12, 2010 - 5:22 pm

    per esempio in quei documenti sono indicati i luoghi che per gli stati uniti sono considerati strategici, dcoument che possono ledere la collaborazione antiterrorismo tra gli stai, ed altre informazioni

    • #4 di marcofer7 il dicembre 12, 2010 - 5:53 pm

      Vedi Mauro, la pericolosità dei documenti non è in discussione, ma io credo fermamente che andrebbe discussa la sicurezza di questi documenti piuttosto della libertà di stampa per cui questi, quando vengono in mano ad una casa editrice o un sito (come in questo caso) vengono portati all’opinione pubblica. Parliamo di come la democrazia difenda le informazioni sensibili ma per cortesia evitiamo di criminalizzare l’informazione. Anche il Vaticano lo ha detto chiaramente “quei documenti riflettono le opinioni di chi li scrive”, non di chi li pubblica. E’ proprio in casi come questo che bisogna guardare la luna e non il dito che la indica…

  3. #5 di mauroD il dicembre 13, 2010 - 7:54 am

    purtroppo non funziona così, evidentemente ci sono leggi (che ignori) che proibiscono la pubblicazione di certi documenti come anche il furto di certi documenti. oltre questo, c’è anche l’inopportunità (per quanto detto sopra) di rendere pubblici questi documenti

    • #6 di marcofer7 il dicembre 13, 2010 - 2:14 pm

      Ah si? Ti prego: fammi sapere quali leggi proibiscono la pubblicazione, perchè hai ragione io non ne conosco. Il furto è tutt’altra cosa: ti risulta che Wikileaks abbia rubato le informazioni?

  4. #7 di mauroD il dicembre 13, 2010 - 11:04 am

    ahh ultimamente ha anche riconosciuto lo stato di hamas

    • #8 di marcofer7 il dicembre 13, 2010 - 2:20 pm

      lo stato di Hamas? Il “Movimento di Resistenza Islamico”meglio noto come Hamas è un’organizzazione palestinese di ispirazione religiosa islamica, di carattere politico e paramilitare, che ha ottenuto nelle ultime elezioni la maggioranza dei seggi dell’Autorità Nazionale Palestinese (fonte: Wikipedia). Intendi quindi la Palestina come Stato di Hamas? L’Autorità nazionale palestinese è stata costituita nel 1994, in applicazione degli accordi di Oslo tra l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) e il governo di Israele. L’Autorità Nazionale Palestinese, in quanto rappresentante del popolo palestinese, dispone di un posto di osservatore all’Assemblea generale delle Nazioni Unite e di un seggio permanente nell’ambito della Lega degli Stati Arabi e della Organizzazione per la Conferenza Islamica…. tutti pericolosi comunisti come Lula…

  5. #9 di mauroD il dicembre 13, 2010 - 4:07 pm

    bhe se vuoi usare wikipedia per descrivere hamas puoi farlo, ma devi anche raccontare che è ritenuta un’organizzazione terroristica dall’europa, tanto per dirne una… non è questo l’argomento del post, ma ti consiglio una bella studiata

    • #10 di marcofer7 il dicembre 13, 2010 - 4:20 pm

      Mauro, scusa tanto, ma che cosa vuoi? Mi parli dello stato di Hamas quasi fosse un’entità geografica, poi mi dici che molti stati europei considerano un governo eletto dal popolo come organizzazione terroristica (cosa che tra parentesi condivido) e poi mi consigli di studiare. Cosa dovrei studiare? Possiamo non essere daccordo sull’appoggio di Lula ad Assange che era l’argomento del post, ed accetto qualsiasi parere con piacere, ma se vuoi far polemica tanto per farla, allora lasciamo perdere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: