La sentenza rinviata

Il nuovo Presidente della Consulta, non appena eletto, ha dichiarato che la Corte Costituzionale rinvierà a gennaio l’udienza e la sentenza sulla legge sul legittimo impedimento, per evitare la (strana) coincidenza col voto di fiducia in Parlamento del 14 dicembre, per evitare un “eccessivo sovraccarico mediatico in un clima esterno infuocato“.

La legge sul legittimo impedimento congela fino all’ottobre 2011 i tre processi in cui Berlusconi è imputato — Mills, fondi neri Mediaset e Mediatrade. Se la Corte dichiarasse invalida la legge, per Berlusconi riprenderebbero subito i processi. In caso contrario, tutto dipenderà dalla capacità del Cavaliere di rimanere in sella al governo, o come premier o come ministro, almeno fino all’autunno del prossimo anno.

Il neo presidente della Consulta, che era stato eletto giudice dal Parlamento nel 2002 su indicazione del centrosinistra, ha sottolineato oggi che la Corte “è sensibile al fatto di non essere confusa con un organo politico” e che “preferisce giudicare in un clima più tranquillo”, ma non posso non confessare che devo superare un po’ di fastidio perchè saremo costretti ad ancora un mese per questa sentenza.

Annunci

, , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: