Bomba o non bomba, arriveremo a Roma

Una bomba rudimentale del tipo “pipe” (cioè fatta di tubi riempiti di polvere e frammenti di ferro) è stata ritrovata verso le 10:00 di questa mattina a circa 400 metri dalla stazione Rebibbia della Metro B di Roma. Il ritrovamento è stato fatto dal macchinista che ha visto una busta, situata sotto uno dei sedili, da cui uscivano dei fili elettrici. Solo più tardi, verso le 16:00, gli artificeri dei Carabinieri hanno spiegato che l’ordigno non poteva esplodere perchè privo dell’innesco.

Nel frattempo però non è stata effettuata nessuna evacuazione ed il traffico dell’affollata metropolitana della Capitale ha continuato senza particolari ritardi e tra lo stupore degli utenti della Stazione Rebibbia per la presenza di tanti poliziotti. Non lo trovate strano? Come facevano a sapere che non vi fosse un’altra bomba nella metropolitana (vedi lo stile dei professionisti di Al Qaeda)? Non aver chiuso neanche la stazione di Rebibbia per controllare  non ha messo in pericolo gli ignari viaggiatori? Forse il comportamento inusuale della nostre forze dell’ordine era dettato dal fatto che la bomba era innocua, ma in questo caso perchè hanno aspettato fino alle 16:00 per renderlo noto?

Sarà una coincidenza che il ritrovamento sia stato fatto il giorno prima delle manifestazioni studentesche di domani, ma l’odore acre di una nuova strategia della tensione continua ad aleggiare…

Annunci

, , , , ,

  1. a chi giovano i finti attentati? « Nuda Verità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: