sul posto fisso

Per esempio ho trovato insensata l’uscita di Monti sulla monotonia del posto fisso. Lui si è scusato dicendo che la frase era presa fuori contesto (mia nota: e quando mai..). Perchè ci siamo fatti convincere che la chiave del futuro risiede nella mobilità sfrenata?
Quel che conta è che uno abbia un lavoro, lo faccia bene e se lo tenga. Con gli anni la nostra capacità di svolgere un mestiere si perfeziona, si trasforma, troviamo nuovi modi per compiere delle mansioni e, in questa maniera, cambiamo sempre lavoro anche se restiamo fermi. Vale per il panettiere come per l’ingegnere. Invece cambiando sempre lavoro non facciamo altro che condannarci a restare apprendisti a vita. E’ questa la visione del lavoro che hanno i grandi signori dell’economia? Una grande distesa di giovani che invecchieranno senza aver mai provato la piccola felicità derivata dalla sensazione di aver fatto bene il proprio mestiere.

Margherita Hack – Nove vite come i gatti

Annunci

, , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: