Articoli con tag archeologia

L’isola di Pasqua ha una sorpresa!

7gIl grande mistero che circonda l’isola di Pasqua è diventato, se possibile, ancora più profondo: letteralmente.

L’isola di Pasqua o Rapa Nui  è uno dei posti più remoti al mondo, nel mezzo dell’Oceano Pacifico, 3500 km a est del SudAmerica Gli archeologi hanno infatti scavato per anni attorno alle enigmatiche e gigantesche teste di pietra (887) che si ergono e cosa hanno scoperto? Le gigantesche teste hanno anche un corpo completo, completamente immerso nella terra e coperto da antichi petroglifi  non ancora decifrati.

Sono state erette per 250 anni, dal 1250 al 1500, da un popolo misteriosissimo, caduto in rovina per la devastazione ambientale causata proprio dalla costruzione delle gigantesche statue. Le teste arrivano ad essere 10 metri di altezza e pesare 82 tonnellate che, con il corpo, diventano 22 metri di altezza (più di un palazzo di sette piani!) per oltre 270 tonnellate di peso.

Ecco alcune foto (cliccare per ingrandire):

7e
7d 7c 7b

 

 

Annunci

, , , , , , ,

Lascia un commento

tesori dell’Uomo emergono dal mare

Voglio riportare le notizie che non appaiono sui media (in Italia). Dopo quella della levitazione degli oggetti, vi propongo una scoperta che è veramente straordinaria, assimilabile per tanti versi alla scoperta dei bronzi di Riace.
ALESSANDRIA, Egitto (Reuters) — Una sfinge di granito con la testa del padre di Cleopatra, è emersa mercoledì dalle acque del porto di Alessandria, dopo essere rimasta 1600 anni sott’acqua. I subacquei guidati da dall’archeologo marino francese Franck Goddio, hanno imbragato la sfinge, che è conservata in maniera superba, e l’hanno issata sul ponte della nave da ricerca Princess Dudu.
La città dove le vite di Cleopatra, Giulio Cesare e Marco antonio si incrociarono, è scomparsa sotto il mare più di 1,600 anni fa, dopo una serie di terremoti e inondazioni.
Hanno anche recuperato una meravigliosa statua del Grande Sacerdote di Iside che porta un urna, che era probabilmente nel santuario di Iside sull’isola di Antirodo, che è stata il centro degli scavi sottomarini nella Baia di Alessandria.
“Questa è una delle statue meglio preservate ed  è tra le più belle e rare.” ha detto Goddio ai giornalisti, riferendosi ai 250 kg di statua sacerdotale del primo secolo AD.

, , , , , , ,

1 Commento

Bondi e Zaia DEVONO dimettersi

Il Ministro (ancora per poco) Bondi è convinto che può succedere che la Domus dei Gladiatori di Pompei crolli, così come può succedere in qualsiasi siti archeologico in Italia e nel mondo. Lo ha affermato stasera da Floris, tra gli ululati del pubblico, senza neanche il pudore di assumersi la benchè minima responsabilità. E’ vero che lo stato in cui versa il patrimonio archeologico ed artistico in Italia ha antiche radici e non può assumersene lui la colpa, ma come Ministri dei Beni Culturali non può certo esimersi, svincolarsi dagli addebiti “gettandola in caciara”, come si dice a Roma. Di chi sarebbe la responsabilità di assicurare la buona conservazione dei beni archeologici? Cosa ha fatto lui per curare il degrado in cui versa il tesoro che i nostri antenati ci hanno tramandato? Cosa ha fatto lui per far capire al suo governo che ogni investimento in questo settore è un investimento fruttifero, perchè valorizza il potenziale di attrattiva dell’intero Paese? Cosa ha detto al Ministro Tremonti che gli confermava gli ulteriori tagli alla già ridicola somma destinata alle Belle Arti, invitandola a farsi un panino con la Divina Commedia?

Come già scrivevo qualche giorno fa, il Ministro Sandro Bondi deve dimettersi per manifesta incapacità a condurre il ruolo che ricopre. I suoi goffi tentativi odierni di svicolare, addossando la colpa a i suoi predecessori (e quindi a tutti e cioè a nessuno), oltre a dimostrare ancor di più la levatura morale dell’individuo confermano la necessità di privare al più presto il Ministro Bondi ed il Paese tutto di ulteriori sofferenze. La mozione di sfiducia promossa dall’IdV, che domani esporrà il Ministro Bondi al voto della Camera, si presta ad alleanze anomale che credo possano dare un’ulteriore colpo al precario equilibrio in cui trova il governo ed una dimostrazione di giustizia al Paese intero.

Se così non sarà, avrà ragione Zaia a chiamare scandalosa l’attenzione per il crollo della Domus dei Gladiatori:

“Quello che sta venendo fuori in queste ore per la Casa dei Gladiatori di Pompei è una porcheria. Stanno parlando di un finanziamento di 250 milioni di euro sull’unghia per rimettere le rovine in maniera ordinata. Ma noi veneti ne abbiamo le scatole piene” – ha dichiarato al Corriere Veneto il Governatore Luca Zaia. “Non sarà mica possibile vedere la gente con le carriole nuove che mette in sicurezza quel mucchio di rovinassi”.

dimostrando l’idiozia del personaggio, del partito che lo esprime e di questa imbarazzante classe dirigente, che conduce il Paese verso il baratro, salvo poi rendersi conto della figura meschina e clamorosa, rettificare all’ANSA:

“é indispensabile intervenire dopo il crollo nel sito archeologico campano. Pompei è parte del patrimonio culturale dell’umanità, ha enorme importanza anche per tutto il settore turistico. I soldi vanno messi anche lì, ma, con tutto il rispetto per Pompei  qui in Veneto abbiamo 500 mila persone rimaste sott’acqua. Credo che prima si debba pensare al Veneto”.

Sia chiaro: nessuno nega gli aiuti alle popolazioni venete, (anzi oggi Berlusconi e Bossi in visita alle zone alluvionate hanno annunciato aiuti sostanziosi e tempestivi… sempre che non facciano come a l’Aquila), ma fino a che non capiremo che la cultura è la particella vitale del nostro Paese, in grado di essere la nostra fortuna perchè nessuno al mondo può contare sul patrimonio che abbiamo, fino a che non capiremo che abbiamo bisogno della cultura per preservare il nostro stile di vita, il nostro essere italiani, che la dobbiamo valorizzare ma che quantomeno non la dobbiamo distruggere, faremo scempio del dono che ci è stati assegnato nei secoli e della possibilità di continuare a contribuire allo sviluppo dell’umanità.

, , , , ,

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: