Articoli con tag camorra

camorra e corruzione alla Regione Campania

La notizia è passata in secondo piano nei giorni scorsi, tra matrimoni regali stile Grande Fratello, bombardamenti e beatificazioni, ma vale la pena cercare di darle nuovamente un po’ di risalto perchè per convenienze elettorali si è compiuto l’ennesimo scempio ai danni della gente Campana, con la riammissione alla Regione di due condannati: Alberico Gambino, condannato in primo e secondo grado per peculato, e Roberto Conte, condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa per una storia di voti di scambio con il clan camorristico Misso, e tuttora indagato e rinviato a giudizio per la vicenda degli “affitti d’oro” consumata a danno della stessa Regione Campania, nel cui parlamento questo galantuomo è adesso autorizzato a sedere. Serve dire che entrambi sono sostenitori del PDL? Che le loro liste sono serbatoi di voti per la candidatura di Lettieri alle prossime elezioni comunali, il candidato espressione di un altro galantuomo come Cosentino? Chissà perchè, ma ho la sensazione che queste specifiche non siano utili perchè tutti lo avevano già intuito…

E il povero Caldoro, Presidente della Regione Campania, che un anno fa aveva detto di non volere assolutamente i voti di Conte, adesso per sostenere la candidatura di Lettieri è “costretto” a tenerseli stretti… Il fatto è che è stato lo stesso Berlusconi, tre giorni fa a prendere atto dei ricorsi dei consiglieri regionali Gambino e Conte, eletti nel 2010, ma immediatamente sospesi perchè impresentabili, viste le condanne a loro carico, e ad ordinarne l’immediata riammissione, senza attendere l’esito dei reclami in corso (da parte dei candidati che erano subentrati e che vengono adesso estromessi per ridare il posto ai due galantuomini, e da parte dell’Avvocatura dello Stato) e senza neanche valutare le incompatibilità pre-esistenti. E quando il padrone chiama, ovviamente i suoi servi si guardano bene da fare tanti distinguo…

L’incompatibilità tra il PDL e la legalità e l’etica è conclamata da tempo, ma bisogna evitare che questo porti a non diventare notizia gli abusi che vengono continuamente fatti a scapito del nostro Paese. Aggiungiamo questi due nomi al lungo elenco degli impresentabili che riempiono le istituzioni per conto di Silvio Berlusconi e della sua parte politica e chiediamone conto al momento della rielezione, perchè meritiamo come minimo una classe dirigente che abbia la fedina penale pulita (come scritto nelle proposte politiche di Nuda Verità), ed il capo dell’Esecutivo non può permettersi di continuare a violare impunemente i diritti dei suoi cittadini, oltre alle leggi del Paese.

Annunci

, , , , , , , ,

Lascia un commento

Frenesia e nervosismi di una crisi di governo

Berlusconi è improvvisamente silenzioso. Fissata la data di discussione parlamentare sulla fiducia/sfiducia per il 14 dicembre (curiosamente il giorno prima del pronunciamento della Corte Costituzionale sull’ammissibilità del “legittimo impedimento”), si discute del Patto di Stabilità, come adesso si chiama la Finanziaria, ma non credo che il Presidente del Consiglio sia impegnato per dare supporto a Tremonti in questi giorni. A questo pensano Ministri e Sottosegretari che tramano e lottano per aumentare i fondi per la lotta contro la distrofia muscolare, ripristinare il bonus promesso alle nuove costruzioni che adottano un qualche criterio di eco-compatibilità o restituire i finanziamenti alla scuola parificata che erano stati inopinatamente tagliati in prima stesura.

Silvio è sotto pressione per ottenere la fiducia nell’unica maniera che conosce: comprando “onorevoli” rappresentanti alla Camera ed al Senato, come Giuseppe Angeli, nato ad Orsigna il 5 aprile 1931, residente in Argentina ed eletto alla Camera nella circoscrizione dell’America Latina nella lista “Per l’Italia nel mondo”, che ha lasciato Fini, ed è tornato nel Pdl da dove proveniva.

E Bossi? Improvvisamente sotto attacco da parte dell’opinione pubblica, dopo il coraggioso affondo di Roberto Saviano ha lasciato reagire in maniera scomposta il Ministro Maroni che si è indignato, aggredendo e minacciando per poi accorgersi del boomerang e chiedere allo scrittore di “deporre le armi”. Resta comunque la domanda: come mai un Ministro degli Interni fa finta di non sapere delle infiltrazioni della mafia in Lombardia? I dati sono nelle carte dei giudici, non sono opinioni: ne parlava anche Borsellino in uno delle sue ultime interviste in televisione e ci sono le registrazioni. Lui non ne sapeva niente? La Lega, che presidia il territorio, non se ne era mai accorta? Le dichiarazioni di Gianfranco Miglio sulla necessità di “costituzionalizzare” la mafia non sono anche queste scritte nero su bianco? o forse vogliono affermare che la mafia non esiste in Lombardia? Una brutta faccenda in cui Bossi è rimasto “nel cespuglio”, come suo costume ultimamente mentre i suoi alleati si auto-distruggono: prima Berlusconi e adesso Maroni…

Un ultima considerazione: riescono ad imbrigliare l’antimateria al Cern (!!), facendo ricordare a tutti il libro Angeli e Demoni di Dan Brown e Maria Stella Gelmini cerca i riflettori quasi fosse una sua vittoria, ma purtroppo per lei non se la fila nessuno (giustamente); arrestano Iovine, il pericoloso boss della Clan dei Casalesi di cui parla Saviano in Gomorra e Maroni ed Alfano si pavoneggiano cercando gloria ed onori sulle spalle dei magistrati e delle forze dell’ordine. Saviano, condannato a morte dai Casalesi, dichiara seccamente: “erano 14 anni che aspettavo questo momento“.

, , , , , , ,

Lascia un commento

Saviano & Maroni

non è uno scherzo: è il titolo originale di Libero

Solo una considerazione: ma perchè invece di cercare di individuare le persone colluse che risultano dalle inchieste della magistratura la Lega si scaglia contro chi denuncia le collusioni? e se Saviano ha detto il falso perchè non lo denunciano? No: Maroni, che può replicare ovunque vista la sua posizione, DEVE andare in onda… francamente: lo facciano parlare a suo rischio e pericolo, tanto gli ascolti della trasmissione sono garantiti. Piuttosto: perchè Bossi tace?

, , , , ,

1 Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: